Campus di Fisciano sotto choc, giovane 19enne cade nel vuoto

La morte di un ragazzo di 19 anni è sempre una sconfitta per chiunque, non solo per lui stesso che si è tolto la vita, ma anche per chi lo ama, per la famiglia e coloro che aveva vicino. Un dramma che si è consumato oggi, presso l’Università degli Studi di Salerno a Fisciano, nel primo pomeriggio. Gianluca Cavalieri studente  di ingegneria e originario di Campagna, in provincia di Salerno, dalle prime notizie sembra sia salito al terzo piano dell’edificio per poi scavalcare e buttarsi giù nell’atrio della biblioteca principale.

La morte è avvenuta sul colpo, il corpo si è subito circondato di una pozza di sangue che ha impressionato chiunque soprattutto i ragazzi che erano in zona e in biblioteca a studiare. Da alcune testimonianze pare si sia sentito un forte boato, dovuto proprio alla caduta del corpo nel vuoto. Nessun miracolo hanno potuto fare gli addetti della Croce Rossa che hanno cercato invano di rianimarlo. Ora i carabinieri indagano sulle cause che hanno spinto questo giovane a compiere quest’atto così violento, che gli ha provocato volontariamente la morte,  ma per capire la dinamica dei fatti bisognerà aspettare i primi risvolti delle indagini. Intanto il Campus di Fisciano è sotto choc, sia i docenti che gli alunni che hanno assistito alla scena non riescono ancora a riprendersi dall’accaduto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *